Il mercato del lavoro in Veneto nel mese di febbraio

Assunzioni in calo di oltre il 27% rispetto alle due annualità precedenti. Riduzione marcata anche per le cessazioni (-34%), soprattutto per quanto riguarda i licenziamenti collettivi (-78%), quelli per motivi economici individuali (-68%) e quelli legati alla fine dei rapporti a termine (-32%). Anche in Veneto, le più penalizzate sul versante delle assunzioni risultano essere le donne (-32%).
La domanda di lavoro si conferma in calo, con le province ad alta propensione turistica a farne maggiormente le spese: Venezia vede le assunzioni dimezzarsi rispetto all’analogo periodo dello scorso anno, mentre Verona registra un calo del 25%, così come Padova. Variazioni più contenute a Vicenza (-22%), Treviso (-18%) e Rovigo (-13%). Unica eccezione Belluno, che vede un lievissimo rialzo delle assunzioni (+1,2%).

Per leggere il Report completo: Veneto Lavoro – La Bussola